I nuovi orti del Distretto Pilastro Nord Est

 

Ricordate il Casale di Via Fantoni di cui vi abbiamo parlato qualche tempo fa?
Domenica 15 ottobre, questo luogo verrà ribattezzato con il suo nome di origine, Podere San Ludovico e comincerà ufficialmente la sua nuova storia.
Dopo poco più di un anno di  intensi lavori per il recupero di questo spazioso casale e dei suoi 6 ettari di terreno, l’Agenzia di Sviluppo a cui era stato affidato il progetto di rigenerazione dell’area, ha raggiunto infatti il primo traguardo.

Grazie ai finanziamenti di Caab, parte del terreno è stato trasformato in nuove aree ortive per la comunità. Il recupero dell’area, con la ristrutturazione completa del casale, per la creazione di un’azienda agricola innovativa di comunità, continuerà anche nei prossimi mesi, grazie al cd bando della Periferie.
 La realizzazione degli orti, ha visto  coinvolti un paio di ragazzi dellAssociazione di Comunità Mastro Pilastro sotto la guida e il coordinamento della cooperativa sociale La fraternità.
Gli orti ricavati sono 108 e dal giorno successivo all’inaugurazione verrà pubblicato il bando per la loro assegnazione che prevede punteggi  premianti per abitanti del “Distretto/PilastroNord est“,  famiglie monogenitoriali o numerose, disoccupati e  giovani. Circa una ventina di orti sono invece stati riservati a quanti già ne coltivavano uno nell’area Caab e otto all’associazione Mastro Pilastro.

Si prevede che gli orti siano coltivati secondo criteri biologici e a tal fine sono previsti grazie al Dip.to di Scienze Agrarie, percorsi didattici sulla stagionalità dei prodotti e sulla coltivazione biologica, che oltre a fornire un supporto tecnico agli assegnatari, costituiranno anche un momento di condivisione di esperienze e di socializzazione, prevedendo anche scambi con altre aree ortive.

Da domenica 15 ottobre dunque, il Distretto Pilastro Nord Est avrà una nuova zona ortiva: gli Orti Podere San Ludovico, che si aggiungerà a quelle già esistenti di Via Salgari e della Fattoria Urbana.

L’ inaugurazione ha  un forte valore simbolico, rappresenta infatti  la prima tappa della rigenerazione complessiva di una  proprietà, data dal Comune di Bologna all’Agenzia di Sviluppo con l’obiettivo primario di  sviluppare imprenditoria sociale di comunità.
L’inaugurazione si colloca nella prestigiosa cornice della 2° edizione dBologna Award 2017 Premio Internazionale per la Sostenibilità Agroalimentare che si celebrerà a Bologna sabato 14 ottobre e del Worldfood Festival del 16 ottobre.

A conclusione buffet organizzato da Coop Eta Beta e un bellissimo intrattenimento musicale  dell’Orchestra Senza Spine.

Vi aspettiamo numerosi Domenica 15 ottobre alle ore 10.30 in Via Fantoni 47 per festeggiare questo primo traguardo per la comunità!

Via Fantoni 47 si trova poco dopo la discoteca Link ed è raggiungibile da Via Larga proseguendo su Via Pioppe oppure, passando davanti al Meraville, alla prima uscita della rotonda di Via Fanin, girando a sinistra. Venendo da Granarolo invece vi si accede da  Via Quarto di Sopra.

A cura di Chloy Vlamidis