Al via il corso di italiano per stranieri alla Biblioteca L. Spina

 

Martedì 21 novembre riprende per il terzo anno consecutivo alla Biblioteca L. Spina, il corso di italiano per stranieri. Il corso si svolgerà ogni martedì e giovedì dalle 9.30 alle 12.

Il corso quest’anno è organizzato  dal CPIA (Centro per Istruzione Adulti) all’interno del progetto Fami (Futuro in corso) e ha dei requisiti particolari, come ci spiega Ilaria Bortolotti, che da gennaio sarà la nuova responsabile della Biblioteca L. Spina.

Quest’anno i requisiti per iscriversi al corso sono stati piuttosto specifici: è un corso che si rivolge a non richiedenti asilo e a cittadini stranieri extracomunitari.  Di conseguenza sono rimasti esclusi i cittadini provenienti dall’Unione Europea, ad esempio quelli di origine rumena, che pure sono un nostro importante gruppo di utenza. Per soddisfare le richieste dei cittadini comunitari sarebbe necessario trovare altre soluzioni.  Inoltre non si rivolge a principianti, ma a chi ha già una minima conoscenza dell’italiano, seppur basilare, perchè al termine del corso verrà riconosciuto il livello di conoscenza A1. 

Ilaria Bortolotti ci tiene anche a sottolineare che “La Biblioteca L. Spina è a disposizione di associazioni o enti che vogliano proporre corsi anche per altre fasce di utenti. L’idea è che la biblioteca continui ad essere un luogo di incontro e integrazione, come è stato finora e se possibile lo diventi ancor di più, grazie anche a co-progettazioni e collaborazioni con altre realtà del territorio.

Gli iscritti al corso di italiano sono un po’ più di una quindicina, in linea di massima tutti della zona (molti già utenti della biblioteca). La maggior parte di loro sono donne e le nazioni da cui provengono, sono principalmente Bangladesh, India e Marocco. Il corso si svolgerà nella Sala Conferenze della Bibloteca, dal 21 novembre all’8 febbraio ogni martedì e giovedì dalle 9.30 alle 12.

A cura di Chloy Vlamidis