Una mappa per scoprire i tesori di Bologna

mappa cultura bo 1Proprio così! E’ Online la mappa sulla densità culturale della città: un nuovo strumento interattivo che interseca trasformazioni sociali e urbanistiche. Per capire meglio di cosa si tratta e come si usa, vi riporto quanto ha detto l’Assessore comunale alla Cultura, Bruna Gambarelli, che il giorno 14 novembre ha tenuto un incontro illustrativo su questi temi alla Biblioteca Spina. Insieme a lei erano presenti: Elena Ferrari, la principale artefice della mappa e la futura responsabile della Biblioteca, Ilaria Bortolotti.

mappe cultura
Simone Borsari, Francesca Bortolotti, Bruna Gambarelli, Elena Ferrari

La mappa, disponibile all’ indirizzo:http://bit.ly/mappaculturabologna, riporta l’articolazione dell’offerta culturale in città e molte altre informazioni capaci di dialogare tra loro. Con un semplice click è possibile far apparire e selezionare le sedi di musei, biblioteche, cinema e teatri, le sedi dell’Università di Bologna e quelle delle associazioni culturali, ma anche scuole e punti dedicati alle attività extrascolastiche, impianti sportivi, luoghi di culto e luoghi oggetto di particolari patti di collaborazione stretti tra cittadini e Amministrazione.

Inoltre è possibile evidenziare le aree particolarmente osservate dal Comune di Bologna, come quelle interessate da grandi progetti e trasformazioni urbanistiche o quelle oggetto di riqualificazione per i prossimi anni, come via Zamboni, Montagnola, Bolognina. A tutto ciò si aggiungono alcuni indicatori particolarmente pertinenti ai fini della progettazione culturale, tra i quali la percentuale di laureati, dei residenti stranieri e altri elementi relativi al contesto socioculturale.”

Questa mappa è un valido ed importante strumento per gli amministratori del territorio e per chi vi lavora (insegnanti, studenti, educatori, operatori turistici)… Ma sarà usata anche dai cittadini e dai turisti di passaggio. E’sufficiente selezionare la zona territoriale o la tipologia di informazioni a cui si è interessati e si potrà ricavare una percezione immediata della situazione. Vuoi sapere quante scuole ci sono in Bolognina? Dov’ è la Biblioteca di Quartiere o la chiesa di una certa zona? Basta un click!

Un elemento importante su cui ha insistito Bruna Gambarelli è quello dell’integrazione e dell’aggiornamento costante della mappa, cosa non semplice in una città dove il fermento culturale porta alla nascita di luoghi di interesse abbastanza velocemente. Quindi, per eventuali segnalazioni e aggiornamenti, si prega di inviare una email a cultura@comune.bologna.it, specificando nell’oggetto MAPPA CULTURA.

E se guardiamo il Pilastro sulla mappa della cultura, cosa vediamo? E’ una bella sorpresa: il nostro territorio è pieno dei tanti cerchietti che indicano attività culturali. Segno che i vari indicatori di fragilità sociale ed economica che gravano su questa zona non hanno impedito alle associazioni culturali e sportive di fiorire e svilupparsi. Un dato che desta interesse e stupore.

Ed ora …buona consultazione a tutti!

testo di Ingrid Negroni