La mappa del Pilastro: un lavoro nato dalla passione dei suoi abitanti

Era aprile 2017 quando alcuni redattori del blog del Pilastro e alcuni soci dell’Associazione Mastro Pilastro, accomunati da un forte amore per il proprio territorio, pensarono che sarebbe stata utile una mini-guida del Pilastro per far conoscere meglio la realtà di questo rione (associazioni, parchi e servizi ), ai bolognesi e non solo, al di là dagli stereotipi mediatici di cui il Pilastro spesso è stato vittima.

E’ nata così l’idea di creare la mappa del Pilastro, sia in italiano che in inglese, pubblicata dall’Associazione Mastro Pilastro grazie al sostegno di Coop Alleanza 3.0, con il patrocinio del Quartiere San Donato e San Vitale e di C.a.a.b.

La mappa che non ha la pretesa di essere una guida esaustiva del rione, scatta  un’importante fotografia dei luoghi più significativi e storici del Pilastro, sentiti più vicini dai suoi abitanti, ma parla anche dei luoghi nuovi, dove sta prendendo forma il futuro del Pilastro, all’interno della cornice più estesa  del Distretto Nord Est.

Copie cartacee della mappa sono già disponibili all’ Urp del Quartiere San Donato e San Vitale. Nei prossimi giorni forniremo la lista completa dei punti di distribuzione. Anche la versione in pdf, sia in italiano che in inglese, sarà scaricabile a breve su questo sito e su quello di Mastro Pilastro.

IL LANCIO DELLA MAPPA E IL MINI TOUR DI DOMENICA 27 MAGGIO

La mappa è stata presentata in anteprima domenica 27 maggio, all’interno della cornice del Festival di It.a.c.a, ed è stata il punto di partenza per  la “Gita al Pilastro contro tutti i pregiudizi“.

Più di una ventina di persone hanno preso parte al tour che è durato oltre le due ore previste, toccando tutti i punti più significativi del Pilastro: le sedi di Cdh, Casa di Comunità, Ass. Mastro Pilastro e  Agenzia di Sviluppo, il Circolo La Fattoria, La Fattoria Urbana, il Pilastrino, il Villaggio San Giorgio, il Parco Arboreto, il polo sportivo, il cippo dei carabinieri e il “Parco Mitilini, Moneta e Stefanini”, la Parrocchia di Santa Caterina, il Dom-La cupola del Pilastro, l’ Arena del “Parco Pasolini”, gli orti di Via Salgari per finire alla Coop&Coop del Meraville con il buffet offerto da Coop Alleanza 3.0

La curiosità e la partecipazione dei presenti, molti dei quali non erano del Pilastro, è stata tale che il giro è ripreso dopo il buffet e si è concluso in serata al Podere di San Ludovico, dove hanno sede gli Orti di Comunità di Via Fantoni. I partecipanti, dopo una passeggiata fra le aree ortive coltivate da poco, ma già molto rigogliose e produttive, hanno potuto gustare i prodotti offerti dall’Associazione Mastro Pilastro.
Uno dei soci ha illustrato i progetti in cantiere nel prossimo futuro e ha mostrato le piantine che stanno nascendo negli orti di Comunità dai semi piantati da alcuni bambini.  Cocomeri, zucchine, peperoncini piccanti, cetrioli, patate… Tanti ingredienti che presto andranno a comporre il piatto di Mastro Pilastro…

 

A cura di Chloy Vlamidis
Foto di Ele Diolaiti e Chloy Vlamidis

Lascia un commento