E’ morto Tommaso Raimondi: un simbolo del Pilastro

IL SORRISO DI UN AMICO di Gabriele Grandi

Fine corsa…”

Adagiato malamente sulla sedia, incapace di rialzarsi, intercalava queste due parole alle imprecazioni per il dolore e per come scioccamente – credeva – di essere caduto.

Fine corsa…”

Ancora non sapeva che, forse, era stato il femore a tradirlo facendolo rovinare pesantemente a terra. E c’era voluto l’aiuto dell’amico Lelo, chiamato da Nanda, per risistemarlo in qualche modo su quella sedia.

Fine corsa…”

Erano già passate così circa due ore quando, finalmente, ero riuscito a raggiungerlo. Ero lì, non sapevo come aiutarlo. L’ho convinto a chiamare suo figlio e, anche, l’ambulanza, dato che non sembrava solo un problema di qualche ammaccatura, come invece già altre volte era accaduto cadendo in qualche modo negli ultimi tempi. Era il quattro ottobre.

Sono trascorsi trenta giorni. Duri. Immobili. Dopo l’intervento si è riaperta una timida ma fiduciosa prospettiva di ritorno a casa. Invece, è arrivato, quasi a tradimento, quel “fine corsa” che l’antico tranviere Tommaso Raimondi aveva creduto di avere solo intravisto.

L’amico Tommaso Raimondi, l’uomo giusto che porta via con sé l’immagine di un suo modo di impersonare l’impegno, la generosità, l’intelligenza, l’allegria e la passione, a volte anche irruenta, della vita e della politica. Un modo che, sempre più difficile da riscontrare in questi tempi, ci mancherà dolorosamente.

Ciao Tommaso. Chissà quante volte ci domanderemo come tu ci avresti mostrato il tuo modo di leggere la quotidianità essendo qui con noi nei momenti di nostra incertezza. E forse troveremo la strada giusta.

E tu ci sorriderai.

Gabriele, dopo quasi quarant’anni di amicizia

2 novembre 2018

Nell’atrio di Via Casini 4, la famosa Torre 19, da ieri campeggia questo foglio che cerchiamo di riportare

Ti aspettavamo a casa

Hai invece chiuso i tuoi giorni

Questa mattina

Nel tuo letto

Dell’Ospedale S.Orsola

Ciao Tommaso

Il tuo posto resterà sempre

Grande

Nei nostri ricordi

Torre 19, 2 novembre 2018

LA CAMERA MORTUARIA: Lunedì 5 novembre Ospedale Malpighi dalle ore 9,00 alle ore 11,00
Lunedì 5 novembre ore 11,10 Pantheon della Certosa di Bologna funerale civile

La Redazione si associa al dolore degli amici e dei compagni di Tommaso. Alla Famiglia condoglianze vivissime.

 

Lascia un commento