Nuovo avvistamento del capriolo al Pilastro

Ma non dovevamo vederci più? Come dice una nota canzone di Lucio Battisti.

Non solo certi tipi si aggirano al Pilastro ma adesso ci si imboscano pure.
Tanto verde, parchi che si estendono per molti ettari del nostro territorio, ma anche macchie di arbusti che permettono alla selvaggina e non solo fagiani, di trovare riparo da occhi indiscreti.

E’ stato di nuovo avvistato il capriolo al Pilastro! Il 15 maggio le guardie ecologiche non lo avevano trovato. Nella serata di martedì 21 maggio alle 20 circa,  una coppia di cittadini del Pilastro che amano passeggiare per le nostre bellissime zone verdi, lo hanno di nuovo avvistato.

Da un lato siamo felici di rivedere il capriolo di cui abbiamo scritto alcuni giorni fa, ancora presente nei luoghi già citati, le aree verdi della So.Ge.Se.  Ci rimane però la preoccupazione per la sua incolumità e per eventuali inconvenienti che potrebbero coinvolgere viandanti specie se in moto o in bicicletta.

Seguiremo con interesse l’evolversi della situazione nella speranza che il capriolo possa presto correre e pascolare sulle nostre colline, al riparo dal traffico e da eventuali sguardi interessati ad aspetti più culinari che ecologici…quante battute sull’argomento in questi giorni!

Il Blog proseguirà con il monitoraggio del capriolo anche attraverso gli abitanti di questo territorio che si sono dimostrati molto attenti e attivi.
Seguiteci e vi promettiamo che vi terremo aggiornati!

Testo di Susi Realti
Foto e video di Danila Capucci