Il “Maggio dei Libri” al Pilastro

Anche quest’anno la Biblioteca Spina ha partecipato attivamente al “Maggio dei libri”

Il Maggio dei Libri è una campagna nazionale nata nel 2011  che invita a portare i libri e la lettura anche in contesti diversi da quelli tradizionali, per attirare anche coloro che solitamente non leggono ma che possono essere incuriositi se stimolati nel modo giusto. A livello regionale  nel 2019 ci sono state 272 iniziative, di cui 11 a Bologna.

Cominciamo da una novità che ha avuto notevole successo:” il Quizzone”, proposto dai ragazzi delle Scuole Medie Saffi e rivolto a studenti di altre scuole medie cittadine.

I quiz, scritti da insegnanti, genitori e bibliotecari stessi hanno stimolato interesse e curiosità e certamente sarà un’iniziativa da replicare anche nei prossimi anni.

La “Festa della lettura” invece è già una tradizione della nostra biblioteca; a fine dell’anno scolastico per una mattina intera genitori si dedicano alla lettura ad alta voce davanti a bambini di asilo ed elementari, che ascoltano in diretta, in “viva voce” le favole proposte loro.

Quest’anno hanno partecipato 15 classi, per un numero complessivo di 300 bambini,

Normalmente i’evento si svolgeva all’aperto, nel giardino della Biblioteca, ma quest’anno il maltempo malandrino ha imposto di stare all’interno della biblioteca.

Attenzione.Il 29 maggio ci sarà la seconda edizione di questa Festa della lettura; si terrà al Parco Argoreto,alle 9,30..e speriamo che questa volta il  sia clemente

Ora  ascoltiamo la testimonianza in diretta  di uno dei lettori, che eccezionalmente non era un genitore o un’insegnante bensì un bisnonno: Dante Negroni.

“C’eravamo io e mia moglie in qualità di lettori. I bambini arrivavano compatti, accompagnati dagli insegnanti. C’ erano bambini piccoli, dell’asilo e bambini di prima e seconda elementare. Coi bimbi più grandi era più semplice tenere l’attenzione.

Io ho letto delle favolette in rima che ho scritto personalmente, adattandole alle età dei bambini. Sono favolette datate ma riscontro che ai bambini piacciono sempre.

L’esperienza è stata magnifica perché quando tu vedi tante facce di bimbi che ti guardano e ascoltano quello che racconti… Certo, in alcune classi c’erano dei bambini un po’ irrequieti,mae per fortuna gli insegnanti hanno molta capacità e pazienza.”

Credo che queste poche e semplici parole dimostrino efficacemente l’importanza di leggere ai bambini.

La lettura e il racconto delle favole ai bambini è un’esperienza antica e diffusa in ogni cultura; i genitori, i nonni, le balie sono tradizionalmente grandi narratori. La voce in diretta di una persona, le sue espressioni, il tono della sua voce comunicano sensazioni ed emozioni non riproducibili coi mezzi multimediali.

E i bambini,penso, lo sentano ancora.

 

Testo Lino Bertone; foto Dante Negroni