Accessibilità al bar del Meraville. Un problema per ora risolto

Abbiamo intervistato una giovane abitante del Pilastro con una disabilità di tipo motorio.

Dopo la segnalazione alle istituzioni e alla Polizia Municipale, ora il problema di accesso ad un bar del parco commerciale Meraville sembra risolto e i movimenti con la carrozzina non sembrano più un problema.

La protagonista della segnalazione ha chiesto di rimanere anonima, a crediamo che questo caso sia un ottimo esempio di cittadinanza attiva e potenzialmente utile a tanti e tante altre cittadine.

 

1) Qual era la situazione del bar prima della richiesta di intervento ?

Per anni l’ho frequentato senza problemi, era praticamente l’unico bar accessibile in zona. Poi hanno sostituito i tavolini fuori con un dehor chiuso: bella idea per l’inverno… peccato che il dehor, nuovo di zecca, avesse un gradino. Ora, capisco che non è sempre possibile adattare gli edifici vecchi, ma una nuova costruzione che nasce inaccessibile nel 2019 non è accettabile…

 

2) Come ti sei mossa? Esistono servizi appositi a cui rivolgersi per queste situazioni?

Non mi risulta esistano servizi dedicati nello specifico alle segnalazioni di barriere architettoniche, ma dopo questa esperienza ho capito che i vigili urbani possono dare risposte efficaci.
Infatti, in un primo momento avevo segnalato la cosa ai baristi, che però non essendo titolari del locale potevano far poco.

Allora mi sono rivolta al presidente del quartiere, Simone Borsari, che a sua volta ha attivato l’assessore Alberto Aitini. Nel giro di pochi giorni, Aitini mi ha risposto dicendo che avevano fatto delle verifiche e mi ha confermato che il dehor, pur trovandosi in area privata, deve rispettare il regolamento comunale che ne impone l’accessibilità. Pertanto, avrebbe attivato la polizia municipale.

Ad ogni buon conto, ho scritto anche io una semplice mail direttamente a poliziacommerciale@pec.comune.bologna.it.

Qualche giorno dopo sono tornata al bar e mi è stato detto che erano in effetti passati i vigili. Non so dire se abbiano comminato qualche sanzione.

 

3) Ora qual é la situazione?

Una decina di giorni dopo ho notato che era stata messa una rampa nel dehor… ma decisamente troppo ripida, non rispettava le norme sulle pendenze (perché una persona in carrozzina sia in grado di salire una rampa in autonomia e sicurezza, non bisogna superare l’8% di pendenza, ovvero 1 metro di lunghezza della rampa ogni 8 cm di altezza del gradino). Così ho fatto una nuova segnalazione al quartiere e ai vigili, ed è servito: alla fine hanno messo una rampa a norma, e oggi quel dehor è accessibile alle persone in carrozzina.

 

4) Ci puoi dare una tua opinione oggi sull’accessibilità del Pilastro?

A livello di marciapiedi e strade pubbliche è migliorata molto dopo i lavori del 2016. Resta problematico l’accesso ai negozi e altri luoghi, non c’è modo per me di frequentare gli esercizi commerciali sotto i portici dei palazzi Acer, quasi tutti hanno gradini.

Di fatto frequento soltanto il Meraville e il centro commerciale in via Pirandello, i centri commerciali sono i posti più accessibili… o almeno lo erano fino a poco tempo fa.

C’è stato infatti un grosso peggioramento da quando il Meraville ha deciso di chiudere i cancelli che lo collegano al quartiere: ora il percorso per raggiungerlo a piedi è troppo lungo per me, ci vado molto più raramente.

 

La rampa del bar del parco commerciale Meraville ora regolarmente accessibile