Hanno riaperto i musei

Anche a Bologna la zona gialla ha consentito la riapertura di biblioteche, mostre e musei nei giorni feriali. Chiusi sabato, domenica e festivi. In questa prima settimana, nessuna fila e possibilità di godersi in tutta sicurezza le opere del nostro patrimonio artistico
Ecco le maggiori novità:

  • durante il lockdown i musei hanno investito in restauri delle opere ed aggiornamenti dei servizi informativi.
  • Non sono consentite le visite guidate nè l’uso di audioguide
  • per ovviare al mancato servizio, alcuni musei hanno attivato la visita guidata con la nuova App gratuita Museon scaricabile da tutti gli smartphone
  • la App va attivata prima della visita, il visitatore può ascoltare con auricolare, da solo o in coppia.
  • all’ingresso del Museo c’è il QR che consente di accedere alla sezione (es. MAMBo); dopo la illustrazione introduttiva, a fianco delle opere significative c’è l’icona per individuare la descrizione dell’opera.

Bologna ha tanti musei: ecco come visitare più antico e il più moderno:

Visita alla torre degli Asinelli: dal lunedì al venerdì dalle 12 alle 17

Sono consentiti gli ingressi ogni quarto d’ora alle 00′ ai 15′ ai 30′ ai 45′ ad iniziare dalle 12:00 e ultima salita alle 16.45

Costo del biglietto €. 5; gratis per bambini sotto i 4 anni e possessori Bologna Card

Visita al MAMBO e Museo Morandi

Aperto dal martedì al venerdì dalle 14 alle 19

novità:

  • nuova area dedicata alla creatività ( elenco dei giovani artisti nel cartello all’accesso ) visibile da finestrate all’interno del Museo
  • arricchimento del Museo Morandi con un’ulteriore sala con teche di materiali dell’artista e documentario.
  • attiva la App MuseOn.

Per ulteriori informazioni:

Visitare il sito museibologna.it e scaricare il pdf con i nuovi orari

oppure clicca su cs_riapertura_musei_02022021