Emergenza Covid: i bonus per chi è in difficoltà

Ormai da più di un anno l’emergenza Covid sta mettendo in ginocchio tante famiglie italiane con perdita di lavoro, cassa integrazione, chiusura di attività … Per cercare di dare informazioni utili e aiutare concretamente chi si trova in difficoltà economiche, illustriamo brevemente alcuni bonus che attualmente è possibile richiedere per l’emergenza Covid e quali sono le condizioni.

Buoni spesa:

I buoni spesa sono una misura di sostegno alimentare, erogata dal Comune e finanziata dallo Stato, per sostenere le famiglie che si trovano in difficoltà economica a causa delle restrizioni dovute alla pandemia da coronavirus.
Dal 1 febbraio il Comune di Bologna ha dato il via alla terza erogazione (la prima era partita a marzo dell’anno scorso)

Chi può richiederlo: persone residenti nel Comune di Bologna, singoli e nuclei familiari, che hanno subito un peggioramento delle proprie condizioni economiche a causa della pandemia del coronavirus.

Come richiederlo: per richiedere il bonus è necessario prendere appuntamento contattando telefonicamente lo sportello sociale del proprio quartiere. Il numero di telefono dello sportello del Quartiere San Donato San Vitale (in via Grassetti 4) è 051 2196370, attivo il lunedì dalle 8.30 alle 12.30, il martedì e il giovedì dalle 8.15 alle 13.30.

Condizioni necessarie:

  • avere un saldo bancario non superiore a 10000 euro nell’ultimo giorno del mese precedente la richiesta (per le famiglie con più conti correnti la somma dei depositi di tutti i conti correnti non deve superare i 10.000 euro)
  • poter dimostrare, con documentazione alla mano, di aver subito un calo del reddito causa emergenza Covid negli ultimi mesi (quindi contratti cessati, ultime buste paga

Durante la telefonata per prendere l’appuntamento, verranno comunque indicati i documenti da portare ed è possibile chiedere informazioni dettagliate.
All’appuntamento si risponderà a un breve questionario posto dall’operatore e occorrerà presentarsi con tutti i documenti richiesti.

Se la domanda verrà accolta i buoni, del valore di 25 euro ciascuno, potranno poi essere scaricati tramite l’app Bologna Welfare e utilizzati in tutti gli enti convenzionati.

Per ulteriori dettagli e approfondimenti rimandiamo naturalmente alla pagina dedicata su Iperbole

http://informa.comune.bologna.it/iperbole/sportellosociale/servizi/2571/103933/


Una breve descrizione merita anche Bologna Welfare: un’ app gratuita e molto utile, messa a punto qualche anno fa dal comune di Bologna, dove è possibile verificare, in base al proprio Isee, se si può usufruire anche di altri sconti e agevolazioni presso negozi e servizi convenzionati (anche dentisti, ottici ecc.), presentare domande online per contributi e sussidi e rimanere sempre aggiornati sulle notizie più rilevanti legate al benessere sociale (welfare)

L’app è scaricabile da Google Play Store e App Store Ios. Per inoltrare richieste e verificare se si ha diritto a particolari sconti è necessario accedere all’area personale tramite credenziali Spid.

Ulteriori info su Bologna Welfare: http://www.comune.bologna.it/sportellosociale/notizie/2731/100395


Bonus acqua/luce/gas 

Un altro bonus non direttamente collegato all’emergenza Covid, ma che spetta a chi ha Isee inferiore a 8.250 euro, è il bonus acqua, luce, gas che prevede uno sconto sulle bollette da pagare.
La buona notizia è che da quest’anno non occorre più presentare alcuna documentazione allo sportello sociale del proprio quartiere, ma sarà sufficiente aver presentato la DSU per la compilazione dell’Isee e grazie all’incrocio della banca dati Inps, Arera e dei soggetti gestori, gli aventi diritto vedranno attivato il bonus in automatico.


Bonus affitto

Il Bonus affitto è un contributo erogato dalla regione Emilia Romagna, per sostenere la spesa di massimo tre mensilità di affitto per un totale di 1.500 euro complessivi ed è possibile richiederlo fino al 18 marzo 2021. Il contributo è cumulabile con quelli eventualmente già ottenuti dai bandi emanati nel 2020.

La domanda può essere compilata fino alle ore 12 del 18 marzo, solo on line,   clicca qui link per il modulo da compilare, dopo essere entrati nella propria area personale del sito di Iperbole attraverso le credenziali Federa o Spid.

Chi può fare domanda: tutti i cittadini residenti, domiciliati o aventi dimora nel Comune di Bologna, titolari di un contratto di locazione per un immobile a uso abitativo ma con alcune differenze in base alla natura dell’alloggio e all’Isee:

  • chi vive in un alloggio di edilizia residenziale pubblica, con qualsiasi Isee da 0 a 35.000 euro, può partecipare solo se dimostra di aver subito un calo del reddito familiare di almeno il 20% per cause riconducibili all’emergenza Covid-19 nel trimestre marzo-aprile-maggio 2020 rispetto allo stesso periodo del 2019
  • chi ha un Isee da 0 a 17.154 euro e vive in un alloggio non di edilizia residenziale pubblica, può chiedere il contributo per l’affitto senza dimostrare alcun calo di reddito
  • chi ha un Isee superiore a 17.154 euro e vive in un alloggio non di edilizia residenziale pubblica, deve dimostrare un calo del proprio reddito familiare di almeno il 20% nel trimestre marzo-aprile-maggio del 2020 rispetto allo stesso periodo del 2019

E’ possibile richiedere informazioni e assistenza via mail o tel attraverso i seguenti contatti:

email:contributoaffitto@comune.bologna.it
telefono:051 0435090, attivo nel periodo di raccolta delle domande dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 18.

Dopo la scadenza del 18 marzo, le domande valide saranno collocate in una graduatoria e la Regione Emilia-Romagna, valutato il fabbisogno, renderà noto l’ammontare del fondo destinato al Comune di Bologna. Solo dopo quel momento comincerà l’erogazione del contributo che sarà pari a tre mensilità del canone di locazione, per un importo comunque non superiore a 1.500 euro.

Per ulteriori dettagli e informazioni:

http://www.comune.bologna.it/news/contributo-affitto-2021

Foto di Thanks for your Like • donations welcome da Pixabay