Inaugurata al Pilastro la nuova Casa Gialla

Oggi giovedì 17 giugno 2021 il Sindaco Virginio Merola con Simone Borsari Presidente del Quartiere San Donato San Vitale, ha inaugurato la nuova Casa Gialla al Pilastro. Particolarmente emozionato il Sindaco ha ricordato come da cittadino del Pilastro conoscesse bene la Casa Gialla e le molteplici attività politiche e sociali che si svolgevano all’interno, fino alle ultime elezioni primarie di partito che lo hanno visto partecipare con l’amata madre, recentemente scomparsa.
Oggi per la Casa Gialla inizia un nuovo percorso che è ben descritto nel dettagliato comunicato stampa del Comune di Bologna che riportiamo di seguito.
E’ terminata la riqualificazione della Casa Gialla, un edificio di circa 310 metri quadrati che sorge accanto alla biblioteca “Luigi Spina:
diventerà un nuovo centro di produzione culturale dedicato ai giovani. I tecnici del settore Lavori Pubblici hanno eseguito la progettazione e coordinato i lavori di questa riqualificazione che è una delle azioni del Piano Periferie ed è stata finanziata con 610 mila euro; i lavori sono iniziati nel febbraio 2020 e hanno subìto una pausa dall’11 marzo al 4 maggio del 2020 a causa delle restrizioni per il contrasto alla pandemia.
Rifacimento totale della copertura con utilizzo di travi di legno, rifacimento dei solai con struttura in legno e sostituzione degli infissi esterni, sono alcuni dei lavori che hanno interessato anche l’adeguamento ai requisiti di prestazione energetica e la realizzazione della cappotto termico esterno.

La Casa Gialla è pronta a spiccare il volo per il futuro che la vedrà luogo protagonista del Pilastro con una vocazione specifica per i giovani. L’immobile è stato infatti assegnato al settore Biblioteche comunali e sarà oggetto di una co-progettazione insieme ai cittadini, nello specifico gli adolescenti del quartiere, per farla diventare un centro di produzione culturale e creativo e, contemporaneamente una virtuosa estensione della biblioteca “Luigi Spina” con cui ci sarà una continua collaborazione nella proposta programmatica e nello scambio reciproco di utenza.
Sono coinvolti nel progetto: il settore Biblioteche comunali, la Biblioteca “Luigi Spina”, l’ufficio Reti del Quartiere San Donato-San Vitale; per la progettazione e l’attuazione delle modalità partecipative, la Fondazione per l’Innovazione Urbana (Fiu) insieme alla consulente Antonella Agnoli e al contributo delle tirocinanti del corso GIOCA (Gestione e Innovazione delle Organizzazioni Culturali e Artistiche) dell’Università di Bologna, ai quali si aggiunge Radioimmaginaria, il network radiofonico europeo per adolescenti.
Nelle prossime settimane e per tutta la stagione estiva saranno condotti analisi dei bisogni e studi sul territorio, interviste agli stakeholders di riferimento, questionari e laboratori di immaginazione civica e progettazione creativa con i cittadini, le associazioni culturali, i servizi e le realtà che già operano nell’area.
Insieme a Radioimmaginaria, inoltre, è già stata lanciata una call per ricercare un giovane o una giovane da coinvolgere in un percorso di formazione-lavoro retribuito per divenire “referente d’antenna” di quella che sarà la stazione di Web radio targata Casa Gialla: uno strumento e un’occasione per comunicare e dialogare fra pari, per raccontare e raccontarsi, esprimersi, acquisire competenze e ricevere stimoli: per partecipare bisogna inviare la propria candidatura entro il 20 giugno a radioimmaginaria@gmail.com.
La nuova Casa Gialla-biblioteca “Luigi Spina” aprirà ai cittadini nel corso del prossimo autunno e sarà gestita dal personale del Comune di Bologna.
Foto di Giorgio Bianchi per il Comune di Bologna