La fila dell’ Ufficio Postale in diretta

ore 7.45 del 29/06/2021

Sono davanti al Centro Commerciale Pilastro per andare allUfficio Postale di Via Pirandello, che aprirà alle 8.20.
La fila è attualmente di circa 30 persone, occupa l’ingresso del centro commerciale.
Sono scoraggiata ma devo assolutamente stare qui. E’ la terza volta che provo a venire , in giorni ed orari diversi, ma lo scenario fila è costante. Ho provato anche ripetutamente  a prendere l’appuntamento con l’apposito app di Poste italiane, ma senza successo. Risulta  sempre non esserci disponibilità di posti .
Mi rassegno ed attendo.
A circa metà della fila noto un signore seduto su una sedia. Qualcuno  gli fa vento con un foglio .
Da lì a poco arriverà un’ambulanza chiamata perché il signore aveva avuto un malore con svenimento-da quanto riferito dai compagni di fila che mi precedono.

Ore 8.05
Dietro di me ci sono ora altre 6 persone.
Arriva un signore che fotografa la fila, poi apre l’ufficio postale (evidentemente è un dipendente, probabilmente il Direttore, chissà)
Di lì a breve il signore esce e percorre la fila comunicando che gli anziani avranno la precedenza. La gente in fila borbotta e rumoreggia, anche vivacemente; obiettano che c’è  chi non è anziano e deve andare a lavorare . In molti richiedono al signore- Direttore  come mai ci sia tale situazione. Difficile comunque definire chi è anziano o no, e sarebbero  comunque in tanti. Ci sono prima di me due signore con deambulatore…. Il signore insiste con la sua prescrizione.
Ore 8:20 orario di apertura dell’ufficio
Il signore ( Direttore?) ci fa un’altra comunicazione: le persone in difficoltà potranno entrare nell’ufficio postale ed attendere lì il loro turno anziché in piedi fuori.
Peccato che la capienza massima dell’ufficio sia di 4 persone!
Nel frattempo continuano ad arrivare altri; in diversi, preso atto della situazione, rinunciano scoraggiati. Alcuni decidono di provare in altri uffici postali, come quello di  Quarto Inferiore. A quanto dicono le persone in fila, buona scelta, per chi non è specificamente tenuto a recarsi in Via Pirandello.
La sedia lasciata libera dal signore che è stato portato via in ambulanza, unica sedia disponibile, viene molto civilmente occupata a turno dai più in difficoltà a stare in piedi.
La fila è ordinata. Tutti hanno le mascherine. Molti sono increduli ed arrabbiati; fanno foto.

ore 8.20 l’ufficio apre regolarmente .
Il mi turno sarà alle 9.15. Dentro l’Ufficio sono regolarmente attivi 4 sportelli. Quando termino, alle 9.30 la fila si è allungata, arriva dal fioraio per capirci.
Visto che la situazione era ordinaria e replicabile in qualsiasi giornata, compresi i ricorsi alle ambulanze per malori, in diversi cittadini ci poniamo delle domande.

  • Qualcuno ritiene giusto obbligare le persone ( clienti paganti) a trascorrere dai 90 ai 100 minuti in piedi in fila per sbrigare una pratica in un Ufficio Postale?
  • La situazione è particolarmente critica nella sede di Via Pirandello rispetto ad altre sedi?
  • Nel bacino di utenza dell’Ufficio Postale Pirandello sono stati chiusi 3 uffici postali: Via Beroaldo, Fico, Via dell’ Industria. Saranno ripristinati o sono chiusi definitivamente?
    Quali le motivazioni?
  • L’impossibilità di svolgere alcune pratiche on line viene affrontata?
  • O  il sovraffollamento è imputabile  ad altri fattori come pratiche collegabili alla alta percentuale di edilizia ACER presente al Pilastro?
  • Nella peggiore delle ipotesi, per cui tale fila non sia evitabile, si può almeno ipotizzare di organizzarsi affinchè l’ attesa avvenga  all’interno del Centro commerciale Pilastro organizzandosi con un display collegato a quello dell’Ufficio postale e delle sedie?

Testo e foto di Ingrid Negroni