Alle scuole Romagnoli più bellezza verde

Riceviamo e volentieri pubblichiamo:
Alle scuole Romagnoli piace essere belle! Hanno iniziato un paio di anni fa, grazie ad un gruppo di genitori, dipingendo con i colori dell’ arcobaleno i muretti che si trovano fuori da ogni classe.
Alle Romagnoli, c’è grande partecipazione.
Le maestre, i maestri, i genitori, amano quel posto e conoscono bene alcune delle difficoltà che questo rione presenta, ma hanno trovato una chiave, tra le tante, che può aprire molte porte: la bellezza e la cura. Così hanno chiesto a noi della Fattoria Urbana di aiutarle a dare un tocco di bello e cura in più.
Ci siamo concentrati, sotto loro richiesta, anche noi sui coloratissimi muretti, soprattutto sulle vasche, con l’aiuto dei nostri soci volontari, armati di picconi, zappe, vanghe, pale e palette, questa volta, in tre giorni, abbiamo aggiunto piante.
Abbiamo lavorato tutti insieme, bambini educatori, maestre e volontari, per tre mattine (calde mattine d’estate) per far tornare un po’ di verde curato nelle vasche ormai quasi desertificate.
Abbiamo aggiunto cespugli dalle foglie colorate, che fanno fiori, sempreverdi, con le spine, che attirano farfalle e insetti utili, per dare la possibilità ad insegnanti ed educatori, nei prossimi anni di progettare percorsi sensoriali e botanici; creato aiuole con aromatiche e due piccoli orticelli che potranno sfruttare tutte le classi durante l’anno.

Tutti e tutte insieme.
Grandi e piccoli hanno collaborato, con fatica, impegno e tante chiacchiere fra diverse generazioni, a regalare della bellezza ad un luogo pubblico, che verrà attraversato da tantissimi bambini e tantissime bambine.
A questo progetto hanno partecipato, in particolare bambini e bambine della terza elementare, di diverse scuole del quartiere, ma tutti si sono impegnati al massimo, come se quel posto fosse loro.
Non ci restano altre parole che non le loro, quelle dei bambini e delle bambine:
“Mi è piaciuto abbastanza, ma alcune volte un po’ meno perché si faceva molto fatica, mi sono venuti i calli!”
“Mi è piaciuto molto e mi sono divertito, ho fatto nuove amicizie e mi sono divertito a stare all’aperto”
“A me è piaciuto perché abbiamo fatto una cosa nuova, perché abbiamo fatto una cosa unita: uno fa quello e l’altro fa l’altro, e in ogni gruppo ci siamo tutti uniti e abbiamo avuto delle idee”
“È stata una nuova esperienza, non avevo mai piantato delle piante..”
“Non mi è piaciuto tanto zappare, ma mi è piaciuto molto quando abbiamo trovato dei minerali. Però poi mi è piaciuto quando abbiamo messo il concime e le piante. Non mi è piaciuto zappare perché mi è venuta una vescica.”
“A me anche se faceva male la mano  è piaciuto zappare.”
“Abbiamo fatto delle cose carine per chi sta in queste scuole”
“Io da grande voglio fare il contadino, ma quello vero, non quello con le macchine”
“I bimbi delle Romagnoli saranno felici, e i bimbi che non sono di questa scuola sono stati molto bravi ad impegnarsi per una scuola che non è la loro”
“Credo sia una bella cosa, perché quando torneremo a scuola avremo un po’ più di ossigeno da respirare e più bellezza”

Testo e foto di Francesca Maraventano