Porta Pazienza: è arrivato il food truck

Stamattina era parcheggiato al suo posto, davanti alla cucina di Porta Pazienza a farsi fotografare da giornalisti e amici. E’ un furgone dotato di cucina attrezzata per la vendita ambulante di cibo (nella foto con Leonardo).

Tiziano Ubbiali è Presidente di coop La Formica che gestisce il Ristorante Pizzeria etica. E’ sorridente e a voce stentorea per superare il concerto di cicale, gli chiedo cosa ne faranno.
“Ne faremo tante cose.
E’ un investimento che è stato possibile grazie all’impegno di tantissime, di centinaia di persone che ci hanno aiutato donandoci soldi per l’acquisto di questo mezzo che permetterà un rilancio della nostra esperienza, dopo un anno di pandemia terribile. Noi abbiamo sempre detto che volevamo essere, e lo siamo anche stati, un punto di accesso al Pilastro, le persone venivano al Pilastro per mangiare da noi e scoprivano che non era quella cosa che è stata raccontata per tanti anni.
Oggi invece vogliamo fare il contrario: dal Pilastro vogliamo andare a conquistare Bologna. Il food truck ci permetterà di andare in giro per Bologna e probabilmente anche nei paesi e nelle città limitrofe portando un’esperienza che è nata, cresciuta e che ha vissuto in questi anni al Pilastro, pensiamo anche di essere un po’ un’eccellenza, e permetterà di portare sia il nostro cibo, ma anche la possibilità di fare formazione nelle scuole, di fare feste, di fare eventi.
Vogliamo cioè realizzare quello che è il nostro obbiettivo: dare lavoro a più persone.”

Da martedì 13 luglio inizieranno la nuova attività a Villa Angeletti dalle 19 in poi fino alla fine del mese; mentre qui tutto procederà come al solito, nel pieno rispetto delle procedure antipandemia.

Testo e foto di Claudia Boattini