Festa Insieme con gli amici musulmani

Non si ferma di certo la voglia di fare festa, neanche con 40° all’ombra!
Così è stato il pomeriggio di sabato 24 luglio 2021 dalle 16,00 alle 20,00 circa, presso il Centro Interculturale Zonarelli in via Sacco 14, con un caldo che mordeva il respiro, in occasione della Festa del Sacrificio del popolo musulmano.

Il volantino che ha fatto capolino in giro questi giorni, non solo on-line, curiosamente e garbatamente estendeva l’invito a tutti coloro che avessero avuto voglia di partecipare. Sono occasioni di fraternità a cui persino Simone Borsari, il nostro presidente di Quartiere (SanDonato/SanVitale) non ha saputo resistere.
D’altra parte è difficile resistere a certi golosi spiedini di agnello serviti caldi caldi.
La festa è stata organizzata da Al Ghofrane , Sopra i Ponti e altre associazioni, per creare un momento di condivisione a cui tutti i partecipanti musulmani, hanno collaborato, portando da casa piatti tradizionali già cucinati, da condividere poi con tutti.  E  Mohamed Gana, presidente e fondatore di Al Ghofrane, ha fatto da cerimoniere accogliendo gli ospiti con il suo mitico “Te’ alla menta” che è una vera manna, soprattutto perchè per assurdo possa sembrare, servito caldo in un pomeriggio anche torrido come quello di sabato 24 luglio, è la cosa più dissetante e deliziosa da gustare, e, in queste occasioni, mai lasciarselo sfuggire!
E giusto per conoscenza, o per chi non lo sapesse, la Festa musulmana del Sacrificio, ha in comune un particolare molto importante con il popolo cristiano, che si rifà al momento in cui Dio, chiede ad Abramo la dimostrazione della sua fede, chiedendogli in sacrificio Isacco, il suo unico figlio. E proprio nel momento in cui Abramo, sta per compiere il sacrificio, ecco che Dio gli fa trovare un agnello che sarà immolato al posto di Isacco.

Credo fermamente che la conoscenza sia la parte fondamentale affinché “le genti” possano vivere insieme e “festeggiare” con vera amicizia, così che il ritrovarsi a sorseggiare insieme una tazza di profumato tè alla menta, anche in un torrido pomeriggio con 40° all’ombra, possa essere  motivo di una  bella e… fraterna abitudine.
Testo di Mariella Sanna
Foto di Ele Diolaiti