+Vicini: Il cuore oltre l’ostacolo di Il seno di poi

Per parlare del progetto Il cuore oltre l’ostacolo, uno dei progettiche saranno votabili dai soci coop durante ottobre, vi racconto un episodio vero capitatomi di recente.
Sto accompagnando una conoscente, Isabella (nome di fantasia ) al Bellaria per una radioterapia.
Isabella ha 73 anni e le è stato diagnosticato un tumore al seno.
L’intervento è andato bene e Isabella ha reagito al meglio delle sue possibilità.
Poi sono venuti i cicli di radioterapia che non sono stati una passeggiata per lei. A 73 anni, debilitata dall’intervento e con difese immunitarie molto compromesse, prendere 4 autobus al giorno per andare da Borgo Panigale al Bellaria non è uno scherzo.
“Meno male che riesco ancora a prendere l’autobus” – mi dice lei positiva in questa fortunata mattina in cui ha trovato un’amica che le dà un passaggio – “Speriamo che il tempo tenga botta!”
L’ associazione Il Seno di Poi , attiva per il sostegno fisico e psicologico alle persone con tumori al seno, fondata e gestita da donne che hanno vissuto e superato questo complesso periodo di cure, di storie come queste di difficoltà a raggiungere l’ospedale per i cicli di cure e controlli ne ha evidentemente, viste e sentite tante.
Non tutte hanno l’auto, o la patente, o parenti che le possano accompagnare ed i mezzi pubblici sono un’opzione faticosa e “pericolosa” ( ed il covid ha sicuramente complicato le cose)

Il cuore oltre l’ostacolo, uno dei progetti che potete votare +Vicini di Coop, prevede un servizio di accompagnamento per questi percorsi casa-ospedale e ritorno completamente gratuito in un raggio di 20 km.
Il servizio sarà svolto da Cosepuri
Isabella sarà contenta e ringrazierà.

Magari diventerà a sua volta collaboratrice di “Il seno di poi”

Eventi al Pilastro