Ottima partenza per il forno di comunità

Tanti bambini, i loro genitori, un bel gruppo di ortolani della Fattoria Urbana e qualche curioso che, vedendo persone intorno ai tavoloni, si sono avvicinate per capire che succedeva.
La pizza di benvenuto era squisita: lievitazione perfetta, pasta madre profumata e quel saporino di cipolla o zucchina per farti venir voglia di bere un bicchiere di birra o vin brulé.

Ero l’unica ad aver fatto panini con i semi, quasi tutte le altre avevano portano delle belle pagnotte, anche se l’aria era frizzante l’impasto non ha sofferto più di tanto. Ci siamo scambiat* consigli sulle farine e assistito alla cottura con la trepidazione delle prime volte.
Infine cotte da altri ortolani nell’orto, ecco il cartoccio di castagne arrosto, bruciacchiate fuori ma fragranti dentro.
Mia nuora aveva portato prosciutto e hummus da spalmare sui panini affettati caldi e con i bambini che avrebbero voluto un grande falò come a marzo, abbiamo fatto una splendida cena e alle 7 sera siamo tornati a casa.
Grazie, ortolani alla prossima!
Testo di Claudia Boattini
Foto di Antonio Casillo e Claudia Boattini

Eventi al Pilastro