Ritornano gli Scout in Parrocchia al Pilastro!

Orbene! Era ora! Finalmente! E potrei continuare ancora con tante esclamazioni ma… mi fermo per non esagerare. Probabilmente molti saranno incuriositi da questo modo, diciamo, così pieno di entusiasmo come inizio per questo post, il fatto è che, dopo ben 11 anni di scoutismo, ricevere questa bella notizia da una mia cara amica nonchè, capo-scout, beh, mi rallegra veramente l’umore. Ma andiamo con ordine e per meglio capire, vi propongo un piccolo excursus nel grande mondo degli scout.

Di fatto e per onestà di cronaca, nel nostro territorio pilastrino ci sono già gli scout, ed hanno la sede presso i locali del CDH, (sopra il nostro Centro Commerciale) parlo del CNGEI, Corpo Nazionale Giovani Esploratori ed Esploratrici Italiani , che è la più antica associazione scout italiana fondata nel 1912 , ed è laica in quanto nel CNGEI non vi sono vincoli confessionali.

Di seguito nel 1974 nasce in Italia anche l’AGESCI, Associazione Guide e Scouts Cattolici Italiani, iniziativa educativa liberamente promossa da credenti, nata dall’unificazione di due già preesistenti associazioni, l’ASCI (Associaz. Scout Cattolici Italiani) e l’AGI (Associaz. Guide Italiane).

Sia l’AGESCI che il CNGEI finalizzano l’ impegno educativo al di fuori di ogni legame o influenza di partito, tenendo conto degli altri ambienti educativi, che vede i giovani come autentici protagonisti della proposta di crescita, orientata alla cittadinanza attiva, in cui l’autoeducazione e il senso di responsabilità sono alcuni dei valori fondamentali. Ambedue le Associazioni sono nate dal modello educativo grazie al pensiero innovativo di Robert Baden Powell, un generale inglese, il quale aveva notato soprattutto dopo la prima guerra mondiale, quanti ragazzi, resi orfani dalle guerre, fossero allo “sbaraglio”; ma preciso e per correttezza che: NON sono associazione militari nè paramilitari! E si avvalgono e attingono le loro forze educatrici, dall’impegno di volontariato di migliaia di civili, considerando l’espansione a livello mondiale che si è poi generata dalla fine della prima guerra mondiale.

Detto ciò, chiedo scusa se sono stata forse, un pò tediosa, ma volevo che alcuni punti fondamentali dello scoutismo fossero un po’ più chiari, in quanto mi rendo conto, che alcuni particolari potrebbero essere confusi o magari non capiti semplicemente perché si ignorano, ma questo senza presunzione da parte di chi vi scrive, di cui immagino abbiate già capito, quanta passione abbia per questo spaccato educativo, rivolto ai giovani e non solo, considerando che la mia decennale esperienza scoutististica, in età piuttosto adulta, ha contribuito ad un arricchimento personale decisamente notevole.

Ecco spiegate quindi, a cosa sono dovute le mie esclamazioni di giubilo! Sono perciò, veramente felice di annunciarvi la RIAPERTURA DEL GRUPPO SCOUT AL PILASTRO NELLA PARROCCHIA DI SANTA CATERINA!

Quindi Sabato 13 Novembre alle ore 16,00 negli spazi della Parrocchia del Pilastro in via Dino Campana 2, sono invitati tutti i nati tra il 2011 e il 2013, che scopriranno, accolti da un gruppo di Capi Scout del Bologna 10, un modo nuovo di stare insieme, conoscersi e giocare; in quanto è attraverso il gioco (“educativo”) che si impara fin da piccoli il rispetto e l’accoglienza fraterna nei confronti dell’altro, senza distinzioni di nessun genere.

 

Sottolineo quanta ricchezza educativa possiede il nostro rione, spetta a noi adulti non lasciarci scappare le occasioni che possono aiutare i nostri ragazzi a crescere in un mondo che cambia ad ogni respiro, per cui ben vengano tutte le iniziative che non fanno che rendere il Pilastro un posto veramente unico! Dite che sono di parte? D’altra parte da una vecchia pilastrina e per giunta con un vissuto scout, cosa potevate aspettarvi?

Testo di Mariella Sanna

Eventi al Pilastro