Abitare il PilastroCentro CommercialeSanità

Accesso al Poliambulatorio Pilastro: com’è andata a finire

Per avere l’epilogo di una storia, bisogna sicuramente fare il “riepilogo delle puntate precedenti”.

Le modalità di accesso al Poliambulatorio, erano sostanzialmente due: un corsello ciclo/pedonale (che veniva comunque utilizzato dalle auto) e il parcheggio retrostante al Centro Commerciale.

Nelle ultime settimane, abbiamo ricevuto diverse segnalazioni da parte di cittadini che usufruiscono del Poliambulatorio Pilastro, in merito alla variazione di una della modalità di accesso ai servizi sanitari.

Questo è accaduto perché in prossimità dell’ingresso al parcheggio retrostante il Centro Commerciale Pilastro, è stata installata una sbarra che inibisce il passaggio ai non aventi diritto.

Il parcheggio in questione è infatti segnalato con cartelli che indicano la proprietà privata degli esercenti e pertanto, il continuo passaggio e la sosta di veicoli non autorizzati, portava da un lato, la mancanza di parcheggi e, dall’altro, l’impossibilità dei fornitori di scaricare le merci.

Diverse segnalazioni sono arrivate anche a un consigliere comunale che, prontamente, si è fatto carico dei disagi, ma allo stesso tempo, la Presidente di Quartiere, stava già avendo da diversi mesi, contatti con il Centro Commerciale e l’Assessorato alla mobilità, sapendo che la sbarra sarebbe stata installata.

La Presidente di Quartiere Locascio e il Presidente della cooperativa del Centro Commerciale Loprete, sono stati intervistati da E’TV (clicca QUI per vedere il servizio), e hanno raccontato del progetto avviato per risolvere la questione.

Locascio dichiara che nelle prossime settimane, verrà installato un cartello che indica il diritto di accesso al corsello, per alcune categorie di utenti, nel frattempo, Loprete dà massima disponibilità del Centro Commerciale, garantendo l’accesso dalla sbarra, previa telefonata con l’operatore del servizio di sorveglianza del Centro Commerciale.

La posa del cartello stradale, è ritenuta la migliore opzione disponibile, sia in termini di costi che in termini di lavori (allargare il corsello, implicherebbe un abbattimento degli alberi circostanti, modifiche all’impianto di illuminazione e modifiche alle recinzioni private attigue).

Queste le simulazioni grafiche a cura del Comune di Bologna.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Vi ricordiamo, inoltre, che il Poliambulatorio Pilastro, sarà oggetto di riqualificazione, diventando una delle nuove Case di Comunità di Bologna, ne abbiamo parlato QUI.

 

Testo di Alessianeva Marino

Calendario attività