Progetti dell’Agenzia di Sviluppo

AMBITO AGRICOLO/PAESAGGISTICO

  • Progetto “100 orti per il Pilastro”

Protocollo d’Intesa tra l’Agenzia di Sviluppo Pilastro Nord-Est e CAAB Scpa, per la realizzazione e la gestione degli “Orti Urbani” situati a Bologna, in Via Fantoni 47.

“100 orti per il Pilastro”, rientra in un progetto di riqualificazione urbana che si propone nel contempo di integrare il reddito delle famiglie, di promuovere una sana alimentazione, di favorire l’integrazione di persone in condizioni di disagio, sostenere la socialità e la partecipazione dei cittadini e la relativa possibilità di aggregazione ed impiego del tempo libero in un’attività senza fini di lucro, a contatto con la natura, promuovendo forme di collaborazione fra gli abitanti del rione  Pilastro e accrescendone il senso di appartenenza e comunità.

L’Agenzia di Sviluppo ha curato, con il sostegno di C.a.a.b., il recupero di 6 ettari di terreno abbandonato, ricavandone 108 orti urbani. Ottanta di questi sono stati messi a bando, una ventina sono stati riservati a quanti già ne coltivavano uno nell’area C.a.a.b. e otto sono stati  riservati all’Associazione Mastro Pilastro per la creazione degli Orti di Comunità.

Gli appezzamenti di terreno così recuperato, hanno dato vita al Podere San Ludovico inaugurato il 15 ottobre  2017, in occasione della Giornata Mondiale dell’Alimentazione Sostenibile, in collaborazione con CAAB, Comune di Bologna e Regione Emilia Romagna.

  • Progetto “Api e Orti”

L’Agenzia di Sviluppo partecipa al progetto nazionale “Api e orti promosso da Legambiente e Conapi (Consorzio Nazionale Apicoltori),  in collaborazione con l’Università di Bologna per il monitoraggio dell’inquinamento ambientale attraverso le api e i loro prodotti.
Il podere San Ludovico (il terzo polo nazionale che partecipa al progetto), ospita due arnie sia a scopo produttivo e didattico (a integrazione della formazione degli orticoltori), sia per le analisi di studio e monitoraggio delle api come bioindicatori dell’inquinamento ambientale.
Le famiglie delle api del podere vengono infatti analizzate e monitorate periodicamente, per valutare attraverso di loro e i loro prodotti la salubrità dell’area circostante in due diversi periodi dell’anno, in primavera e in autunno. Vengono effettuati controlli sulla mortalità delle famiglie e prelievi di varie matrici (api, miele ecc) per verificare la possibile presenza di metalli pesanti e pesticidi nell’area circostante (vengono cercati oltre 400 elementi ).

  • Incontri e aggiornamenti per gli orticoltori

L’Agenzia di Sviluppo in collaborazione con Fondazione F.i.co, C.a.a.b e Università di Bologna -Facoltà di agraria,  organizza incontri e aggiornamenti per gli orticoltori (e non solo), dedicati ai temi dell’agricoltura biologica, dell’apicultura e dell’alimentazione.

  • Protocollo d’Intesa con Eatalyworld e Fondazione FICO,

L’Agenzia di Sviluppo collabora con Fondazione F.i.co. Eataly World  per promuovere e favorire  l’integrazione di questa nuova grande realtà con il territorio “Distretto Nord Est “ contribuendo a un arricchimento e a un miglioramento della qualità della vita dei suoi abitanti.

AMBITO SOCIALE

Uno degli obiettivi dell’Agenzia di Sviluppo è quello di promuovere e sostenere iniziative ed attività che favoriscano e realizzino l’inserimento lavorativo di residenti del territorio in situazioni di svantaggio socio-economico anche attraverso l’imprenditoria sociale.

A questo scopo l’Agenzia di Sviluppo, in stretta sinergia con lAssociazione Mastro Pilastro aps, supporta iniziative per  l’occupazione e il reintegro sociale dei giovani del quartiere e disoccupati di lungo periodo.

AMBITO ENERGETICO

L’Agenzia di Sviluppo collabora allo sviluppo di iniziative progettuali per la produzione di energia da fonti pulite e sostenibili.

  • Neighbourhood Economics- Progetto Pilota Distretto Pilastro Nord Est

L’Agenzia di Sviluppo Pilastro partecipa al progetto  ““Neighbourhood Economics- Progetto Pilota Distretto Pilastro Nord Est promosso da Aess -Agenzia per l’energia e lo sviluppo sostenibile, insieme al Comune di Bologna, alla Città di Malmo e a CDP (Carbon Disclosure Project)  nell’ambito di attuazione del Paes (Piano d’azione per l’energia sostenibile).

Il Pilastro Distretto Nord est, insieme a un quartiere di Malmo in Svezia,  è stato infatti scelto come luogo di analisi, per sviluppare un nuovo business model in grado di  agevolare l’incontro tra domanda e offerta fra diversi attori sul territorio (privati, associazioni, aziende e condomini).