Da Parigi al Pilastro per conoscere le buone pratiche del territorio

Version:1.0 StartHTML:0000000168 EndHTML:0000001518 StartFragment:0000000435 EndFragment:0000001501

Il Pilastro é stato al centro di una nuova visita internazionale, come esempio di rinascita e sviluppo del territorio.
Questa volta a conoscere il rione e le associazioni del territorio sono stati/e sei esponenti di alcune realtà  culturali e sociali attive nella città  di Parigi, Sonia Sbitli (direttrice di ENS Torcy centro sociale nella capitale francese all’interno del quartiere La Chapelle), Johanne Gill (direttrice artistica di La fine CIE, compagnia di teatro e marionette nella periferia di Aubervilliers), Laurence Tocco e Julie Ghibaudo (Les jardins de Guinot, Saint-Ouen), Emma Troumer (Fabrique des Impossibles) e Pauline Blancoscoube (coordinatrice dello scambio).

La visita bolognese (dall’11 al 16 marzo) é parte di un più ampio progetto Erasmus+ finanziato dalla Commissione Europea che vede come partner la bolognese Camere d’Aria, la parigina La fabrique des impossibles e Zinneke Parade di Bruxelles.

(Jonathan Mastellari)