Cronaca di un finanziamento: Bando periferie

Bando Periferie: abbiamo tentato di ricostruire i passaggi del finanziamento del progetto di riqualificazione urbanache riguarda il Pilastro

Primavera- estate 2017
Prima idea progettuale

Febbraio 2018
Firma della Convenzione: il finanziamento è definitivamente approvato ed entra in fase attuativa.
PianoPeriferie_feb18

Aprile 2018
Il Presidente di Quartiere annuncia l’avvio della progettazione e la definizione dei progetti

Agosto 2018
La Commissione del Senato preposta, su iniziativa del Governo  vota all’unanimità un emendamento al Decreto Mille Proroghe ( è lo strumento che si utilizza da molti anni quando il Parlamento o il Governo non riescono a dare attuazione nei tempi previsti alle diverse fasi di avanzamento di leggi o finanziamenti).

Al momento del voto definitivo al Senato, il PD si accorge che il testo ha differito al 2020 il finanziamento delle 96 Convenzioni di attuazione dei progetti della seconda trance del Bando Periferie fra cui quelli del Comune di Bologna.
Il Sindaco Merola denuncia la situazione, chiede ai parlamentari di impegnarsi a favore del Pilastro, la Lega non rilascia dichiarazioni, il capogruppo del M5S Bugani, da luglio braccio destro di Di Maio a Roma, dichiara che si cercheranno differenti fondi per finanziare la Caserma dei Carabinieri, e liquida i restanti progetti come inutili manovre elettorali (la dichiarazione non è virgolettata perchè è dichiarazione  al TG3 Regione, solo ascoltata dal vostro redattore che ha chiesto conferma ma non l’ha avuta).
Per Bologna significa perdita di 18 milioni di Euro, di cui 464 ml di euro di spese già sostenute e che consentirebbero di andare a gara entro l’anno per tutti i progetti.
Il Corriere, coglie l’occasione per intervistare alcuni “cittadini del Pilastro” ( veramente vivono in un’altra parte di San Donato NdR), che affermano che il Governo ha fatto bene, che tanto quei finanziamenti non servivano e che “Figuriamoci quando davvero faranno la Caserma…Ma tanto non la fanno e non è una questione di finanziamenti bloccati a Roma. Non ci crediamo più”. Alcuni cittadini del Pilastro hanno risposto alla giornalista, anche correggendo le imprecisioni.

Settembre 2018
Ai primi di settembre, in un bel pomeriggio di sabato il Segretario del PD Martina, in compagnia di esponenti locali, visita il Pilastro. Abbiamo raccolto le dichiarazioni audio rilasciarte nell’occasione dall‘on. De Maria che definisce un errore il voto dei senatori PD, e illustra l’impegno per risolvere la situazione.

Abbiamo raccolto le dichiarazioni  anche dell’on. Martina che denuncia le responsabilità del Governo, si augura che, come per l’ILVA di Taranto, cambi idea e smetta di disfare le leggi buone fatte dal Governo precedente, inoltre valorizza l’impegno dell’ANCI per arrivare alla soluzione del problema e si impegna all’ostruzionismo parlamentare se il Governo non concedesse modifiche.

Nell’occasione era presente anche il Presidente di Quartiere Simone Borsari, che valorizza il fatto che il segretario del PD in persona si sia assunto l’impegno di trovare una soluzione affinchè al Pilastro si possa procedere con progetti condivisi con i cittadini.

Abbiamo cercato di contattare i rappresentanti di Lega e M5S per dare conto anche delle loro argomentazioni, ma nessuno ci ha risposto e dalle loro pagine Facebook non risultano prese di posizione pubbliche.

Qualche giorno dopo, in Parlamento inizia l’ostruzionismo del PD al Decreto Mille Proroghe e, poichè i Regolamenti Parlamentari consentono ai Presidenti di limitarne l’uso, i senatori PD occupano la sede della Commissione. Nel frattempo, la trattativa avviata dall’ANCI ( Associazione Nazionale dei Comuni ) con il Governo arriva ad un accordo. Antonio Decaro, sindaco di Bari ( esponente del Partito Demacratico), annuncia alle televisioni l’accordo con il Governo per “scongelare” i finanziamenti per coprire le spese di chi ha già investito, poi gradualmente finanziare i Comuni. Conclude dicendo che entro una settimana uscirà il testo del decreto a ratificare.

Il Parlamento vota definitivamente il Decreto Mille proroghe che differisce il finanziamento delle 96 Convenzioni al 2020. Che fanno i cronisti del Blog del Pilastro? Poichè di parole se ne sentono fin troppe, attendiamo una settimana. E poi due e poi tre.

Ottobre 2018
Giuseppe Conte, Presidente del Consiglio dei Ministri, in visita a Bologna dove non incontra il Sindaco, rispondendo ad una domanda di Repubblica, apre la possibilità di un impegno del Governo nei giorni successivi.
Abbiamo a quel punto preparato un articolo in cui delusione, e rammarico erano le parole chiave.
Il giorno successivo, l’on. Andrea De Maria, che si era impegnato a tenerci informati e che ringraziamo per essere stato la fonte informativa più esaustiva, ci invia il testo dell’Accordo del 18 ottobre (Accordo conferenza unificata) redatto dalla Conferenza Unificata.

L’accordo prevede che entro un mese si modifichino le 96 convenzioni fra Governo e Comuni finanziabili, affinché, se in corso di realizzazione si avranno economie rispetto alle spese previste in fase di progettazione, tali fondi ritornino a Roma per finanziare nuovi progetti di riqualificazione urbana. In tal caso saranno coperte le spese già sostenute e progressivamente rimborsate gli investimenti programmati che saranno finanziati, non più con l’anticipazione del 20% da parte del Governo, ma accendendo eventualmente prestiti a carico del Comuni. In sede di legge di bilancio sarà ripristinato il finanziamento di  €. 1,6 miliardi a favore dei 96 Comuni precedentemente spostati al 2020.

Il commento del M5S dell’Umbria in attesa di risposta dei Bolognesi.

2019
Sulla stampa locale sono apparsi numerosi articoli, nei mesi successivi, con l’annuncio del Comune di Bologna dell’avvio della progettazione esecutiva dei differenti sottoprogetti finanziati.

2020
Nei primi mesi dell’anno vengono apertoi alcuni cantieri fra cui quello per la caserma dei Carabinieri. Nel territorio si discute dell’abbattimento di alcuni alberi  e della risposta del Presidente di Quartiere.
Il lockdown blocca i cantieri di via Fantoni e degli Orti di via Salgari
Casa Gialla e successivamente uno dopo l’altro tutti i cantieri sono in piena lavorazione. Al momento del riavvio dei lavori,  il nostro blog ha pubblicato le foto e i commenti delle persone.
Il 2 ottobre 2020 in video conferenza la IV Commissione Consigliare Comunale su relazione di Gabriella Montera fa la verifica dello stato avanzamento lavori

Pagina a cura di Claudia Boattini
ultima versione dell’ottobre 2020