Bicicletta 1-Partiamo dal Pilastro

Sarà il bel tempo o la voglia di movimento dopo due mesi di inattività forzata.
O più semplicemente qualche timore a riprendere l’autobus…..

Sta di fatto che molti bolognesi in questa fase di ripresa di mobilità dopo il lock down hanno recuperato le loro bici dalle cantine e iniziato a pedalare.
Pur mancando una fetta importante dei ciclisti, gli studenti e i fuori sede, certe tratte di piste ciclabili sono decisamente frequentate e, in certi orari, affollate.

Iniziamo a parlare di biciclette partendo da casa nostra, dal nostro territorio.
Questi sono i dati di mercoledi  27 maggio 2020 alle 17 del conta passaggi situato sulla ciclabile San donato collocata all’incrocio con via Pirandello.
Un “normale” giorno lavorativo con scuole chiuse. Guardando giornalmente questi dati constato  che spesso superano le 700 biciclette al giorno, un numero su cui ragionare.

Proviamo ad immaginare quante auto o quante corse di autobus si risparmiano, già così, nel qui ed ora , senza alcuna miglioria.
Che  risparmio costituisce questa modalità di spostamento in termini di minor traffico ed inquinamento?

Basta rispondere a queste domande per capire l’importanza della mobilità su due ruote, in termini individuali e collettivi

1-continua

testo e foto di Ingrid Negroni