Mobike. La rivoluzione arancione pervade Bologna.

Girando per le strade di Bologna spuntano ovunque. Sono di un bel  colore arancione, garanzia di visibilità nelle ore serali o nella nebbia cittadina. Hanno generosi portapacchi , per spesa o borse varie. Le Bici del Mobike: sembrano aver fatto in pochissimo tempo una vera e propria rivoluzione nella mobilità urbana bolognese. Il progetto Mobike è partito nella nostra città il 18 giugno; ad ora le biciclette circolanti sono 1000, ma arriveranno ad essere 2500 entro la fine del 2018.

Di queste 200 saranno bici elettriche. Bologna non è il primo comune italiano ad usare il Mobike sharing. Già nel luglio 2017 un analogo progetto è partito a Firenze; poi anche a  Milano, Bergamo e Pesaro è stato adottato questo sistema, che dovunque ha ottenuto risultati molto positivi. All’estero Mobike è attivo a Londra e Tirana. In Cina, dove sono di fatto prodotte queste bici, le città dove si usa mobike sono 160, tra cui Pechino e Shangay Investire in progetti che favoriscano e incentivino l’utilizzo della bicicletta a vari livelli è una scelta sempre più diffusa e quasi obbligata  per i Comuni, che sono tenuti al raggiungimento di precisi obiettivi nei progetti di mobilità urbana. I vantaggi di un utilizzo diffuso delle biciclette sono evidenti : l’inquinamento prodotto è assente, diminuisce il traffico veicolare  e, a livello individuale, favorisce il movimento, fattore importante di salute. Il debutto per Mobike a Bologna è estremamente positivo  . I cittadini e i visitatori in città hanno accolto il sistema di bike sharing free floating con grande entusiasmo.  Le Mobike a Bologna hanno girato il 20% in più rispetto a Milano e il 28% in più rispetto a Firenze. Nelle prime due settimane di avvio, dal 19 giugno, mentre le biciclette passavano da zero a mille, sono stati effettuati 38.500 spostamenti da 9.800 utenti unici, quindi più di un mobiker ha fatto più spostamenti. Ad oggi sono stati percorsi in tutto 80.000 chilometri. “Sono numeri importanti che raccontano di come la mobilità sostenibile, sicuramente attraverso anche questo progetto, non potrà che incrementarsi” dichiara l’assessore alla Mobilità, Irene Priolo “La città ha risposto alla grande perché evidentemente il lavoro fatto nel mandato precedente ha creato la giusta sensibilità e la qualità del progetto ha evidentemente risposto a un bisogno presente in città”. Il sistema di bike sharing sta quindi già entrando a far parte del quotidiano, favorendo gli spostamenti personali, per il tempo libero e per recarsi giornalmente al lavoro in modo attivo, sostenibile ed economico. La semplicità dell’utilizzo è il fattore che ha determinato questo positivo avvio del servizio. Attraverso l’App, che gli utenti scaricano gratuitamente, si possono trovare le biciclette più vicine e sbloccarle con un codice QR. Fino a fine luglio, le Mobike potranno essere parcheggiate nei Mobike Hub collocati in tutta l’area operativa Mobike visibile all’interno della app. Il servizio a flusso libero Mobike presente su Bologna avrà un sistema di controllo dei parcheggi, dotato di tecnologia beacon per garantire il parcheggio corretto. Bloccate con un lucchetto intelligente che viene sbloccato tramite l’App, le biciclette possono essere individuate tramite la mappa consultabile dall’applicazione che indicherà anche il raggio di azione del bike sharing. Si può parcheggiare anche al di fuori degli spazi Mobike, ma il servizio premia con tariffe agevolate gli utenti virtuosi che riporteranno le bici nelle loro aree sosta. Una volta parcheggiata la bicicletta basterà concludere la corsa chiudendo manualmente il lucchetto. Per quanto riguarda la via San Donato, ad ora i mobike Hub arrivano all’incrocio con Via Andreini, ma all’incontro di illustrazione del servizio tenutosi in Quartiere, è stato detto che molte altre postazioni verranno collocate. Attualmente infatti i mobike Hub sono 90, ma dovrebbero arrivare ad essere 200. Verificheremo fiduciosi la distribuzione sul nostro territorio del Pilastro.
Attenzione e rispetto! Le mobike sono un patrimonio collettivo; per chi le danneggia il servizio prevede delle sanzioni (una maggiorazione sulle tariffe di noleggio) o la cancellazione dell’ account dell’utente, che non potrà così più usufruire del noleggio.

Tariffe e contatti In questa prima fase di lancio le bici Mobike possono essere utilizzate ad un prezzo promozionale di 0,30 euro per ogni 30 minuti di corsa, con un deposito cauzionale di 1 euro. Questa fase durerà qualche settimana per far acquisire familiarità a questo sistema innovativo per poi passare alle seguenti tariffe preventivamente e opportunamente comunicate:
Fase post lancio – Tariffe promozionali corse singole di 30 minuti € 0,30 se parcheggiata dentro il Mobike Hub e € 0,60 se parcheggiata fuori dal Mobike Hub
Fase a regime – Tariffe corse singole di 30 minuti € 0,69 se parcheggiata dentro il Mobike Hub e € 0,99 se parcheggiata fuori dal Mobike Hub

Oltre all’utilizzo in modalità “corsa singola di 30 minuti” è possibile per gli utenti abituali usufruire di forme di abbonamento al servizio. Tali titoli sono denominati Mobike Pass.
Fase promozionale – Mobike Pass 30 giorni da € 9,90– 90 giorni da € 24,90–  180 giorni da € 48,90 — 360 giorni da € 89,90
Fase a regime – Mobike Pass 30 giorni € 20 –90 giorni € 50–180 giorni € 90– 360 giorni € 150

L’area operativa L’utilizzo delle Mobike è consentito all’interno dell’area operativa del servizio visibile nella app Mobike e su mobike.com. L’utilizzo di Mobike fuori dall’area operativa comporta un addebito di 7 euro nei confronti dell’utente, che viene prelevato direttamente dal Portafoglio Mobike anche per utenti provvisti di Mobike Pass. Se il credito del Portafoglio Mobike andrà in negativo, l’accesso al servizio verrà sospeso fino all’effettuazione di una nuova ricarica tale da riportare il credito in positivo.

Call center (+39 0362 1635050) aperto tutti i giorni dalle 7 alle 20Si può utilizzare anche per denunciare atti vandalici alle bici.
Mobike Info Point presso la Velostazione Dynamo in via dell’Indipendenza, 71/Z, 40121, Bologna.  E’ il punto di contatto a disposizione degli utenti e per dare assistenza a coloro che sono interessati al servizio. Comune@twiperbole e di @MobikeIT 

Testo di Ingrid Negroni

STUDENTATO VIA SANTE VINCENZI

Lascia un commento