Calcio per bimbi e bimbe al Pilastro

Nel calcio giovanile si sta facendo apprezzare un’Associazione sportiva composta da persone giovani e motivate.
E’ Atlas ASD, associazione che ha fatto dello sport il suo strumento per il coinvolgimento della comunità pilastrina in attività che sostengono anche importanti momenti di socialità, all’aperto e regolarmente distanziata,  in periodi di forzato nonchè doveroso isolamento.
Ne parliamo con il Presidente, Riccardo Pellegrino, che ci racconta le peripezie degli allenamenti al tempo di covid-19. 
“sicuramente sono variate le modalità di allenamento, senza poter svolgere partite e amichevoli, usando mascherine e tenendosi sempre distanziati, cosa complicata per bambini piccoli. Al momento sono 22 bambini e 2 bambine, dai 5 ai 10 anni,  che frequentano quasi tutti/e le elementari al Pilastro alle scuole Romagnoli.
Siamo comunque contenti di poter continuare a svolgere attività, nonostante tutte le precauzioni del caso e i vari decreti da comprendere e interpretare.
Abbiamo avuto anche un caso di positività e per precauzione abbiamo deciso di sospendere gli allenamenti, riprendendo solamente 2 settimane dopo, una volta terminati i test di controllo.
Fermati dall’allenamento in presenza ma sempre attivi, con esercizi e allenamenti svolti a distanza.
Ad oggi siamo molto fieri di quanto fatto, consapevoli di quanto ancora c’è da fare per il benessere del singolo e di tutta la comunità, portando avanti con orgoglio l’ideale rappresentato dal nostro motto “Lo sport come mezzo e non come fine”. 
Incuriosita sono andata a vedere gli allenamenti di questi ragazzini/e. Si percepisce una vitalità e una voglia di gioco che purtroppo a volte da adulti si perde.
Andiamo a vederli e forse saremo più ottimisti e ci accorgeremo che il futuro sarà meglio di quanto l’attuale pandemia ci fa presagire.
In campo non esistono differenze di età, di genere, di etnia e il gioco di squadra, anche se a distanza,  prevale!
Testo a cura di Susi Realti
Foto Atlas Asd